Slide background

ATRIPALDA - L’ISPETTORATO DEL LAVORO SANZIONA IL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE.

L’esposto presentato qualche mese fa all’ufficio Provinciale del Lavoro per l’apposizione dell’occhio elettronico all’interno del comune (dispositivi montati senza alcuna autorizzazione), precisamente nel corridoio del primo piano adiacente al comando della Polizia Municipale, all’interno della stanza del Comandante e all’ufficio Tecnico comunale, ha avuto una rapida conclusione. Dopo il controllo effettuato a palazzo di città, gli ispettori dell’ufficio Provinciale del Lavoro hanno chiuso con grande celerità la pratica, evidenziando le responsabilità a carico dell’attuale Comandante della Polizia Municipale Domenico Giannetta, condannandolo al pagamento di una ammenda. Esaurito il lavoro degli ispettori, il fascicolo verrà inviato come da prassi alla Procura della Repubblica di Avellino.
Le telecamere sono state rimosse al primo piano del comune e spente nelle altre aree dove erano state installate. Dispositivi di sorveglianza, che a quanto pare, erano puntati sulle postazioni operative dei dipendenti, almeno quella posizionata al primo piano e non per la protezione di server e/o cassaforte contenenti armi.
IMG 20180408 WA0001
Insomma, una figuraccia da parte dell’ente, senza contare quella fatta dal Comandante della Polizia Municipale Domenico Giannetta, già Docente della Scuola Regionale della Polizia Locale della Regione Campania, Componente del Comitato Tecnico Consultivo della Regione Campania, nonché autore di pubblicazioni e lavori di ricerca per conto della Maggioli Editore, della Bruno Libri e della Casa Editrice Edipol, che è scivolato clamorosamente su una buccia di banana.
Ma come dice qualcuno nelle stanze importanti, quelle che contano, poste al secondo piano di palazzo di città: “Il Comandante? ...è un uomo di legge.”
e-max.it: your social media marketing partner