Slide background

GIUSEPPE DE MITA: “IMPRATICABILE QUALSIASI ALLEANZA CON CHI SOSTIENE SPAGNUOLO ALLE PROSSIME AMMINISTRATIVE”

L’inaugurazione della nuova sezione cittadina di Atripalda dell’UDC, avvenuta questa mattina, è stata un’autentica festa con tanto di buffet finale.
L’organizzazione dell’evento è stata impeccabile ed ha portato nella sede, posta a pochi passi da P.zza Umberto I, una quantità di persone che a stento la sezione è riuscita a contenere. Militanti, simpatizzanti e semplici curiosi, hanno ascoltato in religioso silenzio le poche parole di ringraziamento del Segretario della sezione Nino De Vinco, il quale ha sottolineato lo sforzo di tutti gli iscritti e di chi si è adoperato nel corso di questi mesi, per dar vita ad un progetto importante in vista delle prossime amministrative che si svolgeranno a maggio del 2017.
Non è sfuggito ai presenti la folta rappresentanza di forze politiche che insieme all'UDC, contrastano l'amministrazione Spagnuolo. Partecipazione anche da parte di nomi importanti della politica atripaldese di sinistra. Presente all’inaugurazione anche l’Onorevole Giuseppe De Mita.
 
“Aprire una sezione di partito in un periodo come questo” ci dice Giuseppe De Mita, “è un atto controcorrente, perché il modo di organizzare e di vivere la politica, prescinde dalla costruzione di luoghi e di relazioni con altri, soprattutto in una fase come questa. Noi siamo reduci da un lungo percorso di preparazione delle liste, per le amministrative che si terranno il mese prossimo. Nella provincia di Avellino si voterà in una trentina di comuni. Le difficoltà riscontrate in molte realtà” continua De Mita, “sono state quelle di costruire le liste mentre c’era una sovrabbondanza di candidati a sindaco. Molto spesso, questi sono senza lista e senza partiti, segno della deriva che stiamo vivendo. Avere una sezione ed avere un luogo dove ritrovarsi è molto importante, lo scambio di opinioni e vedute è fondamentale. Devo riconoscere che la sezione di Atripalda, aldilà della presenza del luogo fisico, è stata tra le più attive, tra le più determinate e tra le più emotive, con picchi di entusiasmo e di depressione, però entrambi sono stati il segno di una presenza radicata, quindi il fatto che si inauguri qui la sezione, per certi versi non è insolito.”
 
Onorevole De Mita, è giusto dire che voi come UDC avete un conto aperto con l’attuale Sindaco Paolo Spagnuolo?
“Noi non abbiamo regolamenti di conti, la politica non si fa così, assolutamente, anzi, ritengo che bisogna essere sempre molto liberi nella testa e nel cuore, rispetto a vicende di carattere personale che possono amareggiare. La politica non la si fa per una motivazione narcisista o individualista, la politica si fa per provare a fare qualcosa per le proprie comunità. Da questo punto di vista credo che i percorsi non siano recuperabili. Negli ultimi anni, ognuno di noi ha reso evidente alla pubblica opinione di Atripalda, quali sono le motivazioni del proprio agire politico e mi pare che da un lato ci siano motivazioni che sono tutte dentro la gestione del potere, in termini indifferenti al contesto politico, alla partecipazione degli altri, alla qualità della vita amministrativa, dall’altra parte c’è il desiderio di organizzare una posizione che riscatti Atripalda dalla condizione di deriva nella quale è finita.”
 
Onorevole, Lei quindi esclude un eventuale apparentamento con una qualsiasi lista che sostenga l’attuale Sindaco di Atripalda?
“Mi pare del tutto impraticabile perché i fatti, non le opinioni o i pregiudizi, dicono che abbiamo di fondo due motivazioni completamente diverse e quindi, essendo completamente diverse, le motivazioni dell’agire politico sono in quanto tali, inconciliabili.”
e-max.it: your social media marketing partner