Slide background

AVELLINO TOSCANO E LA SOCIETA’: IL 5 5 CONFUSIONE

Nel cuore della Romagna, lungo la via Emilia, nella patria del liscio e delle balere, l' U.S Avellino, conferma quanto fin qui visto: tre gol presi, un tiro in porta nell'arco dei 90 minuti è piu', in balia degli avversari per i primi 45 minuti, in cui il Cesena poteva chiudere il primo tempo in vantaggio di almeno un set. 
L'allenatore Toscano è stato esonerato. Occorre a questo punto una attenta analisi distinguendo i fatti (tecnici e statistici ) dai commenti (sportivi)
INTENSITA' E CATTIVERIA AGONISTICA: 
L'Avellino in tutti gli incontri disputati, non hai mai entusiasmato da un punto di vista agonistico. Il simbolo della squadra Hyrpina è il lupo. Il contrasto con la determinazione messa in campo dai giocatori biancoverdi è stridente.  Una squadra quando ha limiti tecnici (ed è il nostro caso) deve compensare con la grinta, la corsa, la determinazione, correndo piu' degli avversari. I calciatori che indossano la gloriosa maglia Hyrpina non lo fanno.
ORGANICO:  
Alzi la mano chi riuscirebbe, con questo organico, a  mettere in campo una squadra, con calciatori che giocherebbero nel loro ruolo naturale? Procediamo in ordine: 
DIFESA:
Avete notizie di un terzino destro?(perdonatemi, ma esterno basso ed altri neologismi, mi provocano nausea intensa). Gonzales terzino destro è come bestemmiare in Chiesa: non ha corsa, non ha il passo, come hobby fa il difensore e, soprattutto pone una domanda: come mai alcuni calciatori riescono a diventare professionisti? Terzino sinistro: Asmah e Crecco stanno al terzino sinistro, come la marmellata alla "pasta e fasuli"! Gli altri due colored domiciliati in panchina (per noia non ne cito nemmeno i nomi) sono come i pali della metropolitana leggera ad Avellino: inutili nel migliore dei casi, dannosi nel peggiore. Difensori centrali: l'Avellino, peggiore difesa del campionato  è la squadra che ha subito nella Serie B, il maggior numero di gol da palla ferma. Ai centrali  biancoverdi sui calci d'angolo  e, sulle punizioni occorrerebbe qualcuno che al momento della messa in gioco del pallone, darebbe loro uno "scozzettone" e contemporaneamente urlasse: "scetatevi". Abbiamo subito 21 gol in 16 partite: il risultato della divisione è 1,31. Quando inizia la partita statisticamente sappiamo che la squadra avversaria parte da piu' di un gol a partita!  
CENTROCAMPO:
Arini,quando ti penso le  lacrime si affacciano....... Premessa: gli infortuni stanno giocando il loro ruolo: Gavazzi e  Jidayi  segnatamente. Esplicitato il dato,  restano alcuni dati: Paghera, Omeongà, Lasik sono dei centrocampisti che corrono come io ballo il flamenco. Ci sono alcune domande che ci lasciano senza fiato: c'è ulteriore vita nell'universo? L' universo è infinito? Perchè abbiamo questi calciatori(?)  a centrocampo?  Nel modulo 3.4.3 ( il Toscano in pompa magna aveva annunciato urbi et orbi che avemmo visto questo modulo), i centrocampisti devono correre e tanto. I nostri centrocampisti, nella migliore delle ipotesi si muovono come "a partitella a pasquetta  roppo a  pastiera!" Non pressano in fase difensiva, non accompagnano la squadra nella fase di attacco.   Come sopra se non c'è tasso tecnico occorrono grinta e motivazione: i citati non ne hanno! Angelo D'angelo discorso a parte. Il goleador dell' Avellino è il Capitano D'angelo (di mestiere fa il mediano incontrista, devo aggiungere altro?!) : perchè di solito, l'unico calciatore di temperamento, che corre e suda la maglia, che si propone in attacco ed "allucca" all'arbitro (unico nel genere in maglia biancoverde) normalmente parte dalla panchina?! Toscano masochista! Abbiamo ceduto Arini, lo abbiamo sostituito con........????  
ATTACCO:  
Il peggiore della serie B! - Soumarè è destro e gioca a sinistra. Belloni è mancino, usa il destro per salire le scale  e, gioca a destra. In due, i due attaccanti laterali hanno segnato 1 gol in 16 partite. Non sono riusciti a fare un cross, in un girone di andata! . Arrivati sul fondo quando hanno la palla devono  rientrare sul piede naturale, perdere un tempo di gioco, farsi rimontare dal terzino e perdere il pallone. Ogni volta che li ho visti giocare a piedi invertiti, la domanda che mi  faccio è la stessa, di quando vedo il cantiere del tunnel ad Avellino: ma perchè!!! Ardemagni è una punta d'area, si completa con un punta pesante e dovrebbe essere innescata da un trequartista o dal centrocampo. A noi mancano entrambi! Mokulu: è pesante, possente, deve acquisire il rimo di gioco. L'anno scorso quando ha giocato con costanza ha realizzato 12 goals. Quest'anno viene utilizzato in corso d'opera, per lui parlano i risultati: goal 0 dicasi zero e non si rammentano tiri in porta a memoria d'uomo. Castaldo: gli anni passano, resta la cifra tecnica che è alta, tra le piu' alte del campionato di seconda serie. Se Toscano sarebbe stato meno arrogante e, più concreto, avrebbe fatto bene a piazzare tre mediani davanti alla difesa e far giocare Castaldo nel ruolo del numero della sua maglia, da numero 10 dietro due punte: lancio lungo, Gigi mette la palla a terra (è l'unico che lo sa fare) ed appoggia ad una delle due punte che fanno movimento inverso. (ma si tratterebbe di uno schema, Toscano in 16 gare non ne ha fatto vedere uno!)!  
GIOCO E SCHEMI:
Dopo 16 partite ed altrettante conferenze stampa del già allenatore Toscano, i giornalisti sportivi di Avellino (dovrebbero sciogliere un dubbio: ma ci siete o ci fate?) non sono riusciti a fare una domanda al già allenatore: "Mister ma qualche schema?"  Non uno schema, non una sovrapposizione, non un modulo, non una rosa titolare. In 16 incontri 16 modi diversi di scendere in campo. Chi sono i giocatori titolari nei ruoli (il turn over sta al calcio come l'autostazione ad Avellino)! Il calcio è un gioco semplice se non hai talento la devi mettere sul fisico e sulla corsa. A noi manca il talento, circa il fisico citofonare Paghera ed Omengà, sulla corsa......vabbè lasciamo stare! 
L'esonero di Toscano avrà due conseguenze: la prima uno scossone nello spogliatoio (è serve come il pane) la seconda, metterà a nudo i limiti di una rosa scarsa tecnicamente, senza tasso tecnico, senza personalità, senza  motivazioni ed animo pugnandi. Novellino è allenatore di categoria, è di Montemarano, dal paese dell' Aglianico e della tarantella. In quella parte d'Hyrpinia la gente è solida e concreta: speriamo bene! 
Credo che oltre all'allenatore, andavano esonerati anche il direttore tecnico ed il direttore sportivo.   Una società che non ha un progetto (i giovani...di chi?) e non ha un programma d'investimento a lungo termine (la Primavera di una squadra di serie B di solito per due set a zero), nel calcio professionistico non ha ragione di esistere. A Gennaio la società deve decidere: si compra qualche giocatore o aspettiamo che la Longobarda di manda in prestito Aristoteles?
Sabato prossimo c'è Avellino - Ascoli.  In serie A era sempre uno scontro salvezza. E' tornato tale.  Il grande Carlo Mazzone ne porta, ancora oggi,  le cicatrici sul volto .   Ci servono i 3 punti!   Ai ragazzi della Curva Sud chiedo di non cantare a prescindere dall'andamento della gara, ma di essere piu' "cattivi", piu' ruspanti soprattutto nei confronti degli avversari e dell'arbitro:10 anni di serie A lo insegnano, la legge del Partenio era uno stadio,  la tana di un popolo, una tifoseria e una squadra, tutti  con un solo intento: qua gli avversari perdono!  Trevor Francis, di mestiere centravanti dell'Inghilterra,   in un Avellino Sampdoria nel sottopassaggio al suo allenatore Bersellini che gli chiedeva più impegno rispose,  con le lacrime agli occhi, i segni di Rambo De Napoli sulle gambe ed i gesti di affetto di Vincenzo Romano sul volto: "Mister questi giocano duro, spaccano gambe!" 
Foza Lupi!
e-max.it: your social media marketing partner